Dal vogatore al canottaggio

Dal vogatore al canottaggioEccoci arrivati alla quinta ed ultima delle nostre guide di Vogatore.info, brevi articoli fatti per darvi tanti suggerimenti utili per godere al cento per cento del vostro nuovo vogatore, scelto tra i migliori sul mercato recensiti apposta per voi da questo nostro sito.

Se le precedenti guide si sono occupate di migliorare sotto vari aspetti il vostra rapporto con l’allenamento e con il vogatore stesso (consigli su come tirare fuori il meglio dal vostro vogatore, su quali muscoli va ad allenare, su come rendere l’allenamento divertente e su come potenziarlo attraverso altri esercizi), questa è mirata al grande passo successivo: passare dal vogatore al canottaggio vero e proprio.

Non si tratta né di un passo scontato né di un passo necessario, ma probabilmente molti di voi dopo tanto tempo trascorso vogando tra le pareti di casa avranno voglia di vedere il risultato di tanto allenamento specifico direttamente in quello che è il vero habitat naturale: l’acqua.

D’altra parte abbiamo spesso accennato a come siano per primi gli atleti professionisti degli sport da vogata ad utilizzare il vogatore per l’allenamento indoor (magari scegliendo prodotti di punta come Water Rower S4, Kettler Coach E 2014 o Water Rower A1), il che naturalmente la dice lunga su quanto effettivamente possa mettervi in condizione di scoprirvi abili a bordo di una canoa anche se magari non lo avete ancora mai fatto.

Ma detto questo non possiamo certo definire la vogata su canoa come “una banalità”, è uno sport che richiede tanto impegno fisico e tanta conoscenza dell’acqua e delle sue dinamiche, vi suggeriamo quindi di affidarvi sempre e comunque ad un istruttore o a qualcuno di esperto prima di avventurarvi in modo totalmente autodidatta.

Passare dal vogatore al canottaggio è semplice in fatto di capacità fisica, perché tutto il training che avrete fatto vi tornerà senz’altro utile nonostante la differenza tra una resistenza meccanica e quella naturale dell’acqua, ma di sicuro è più delicato in fatto di gestione dell’imbarcazione e dell’ambiente in cui ci ritroveremo a vogare.
Dal vogatore al canottaggioE’ proprio l’ambiente a fare una differenza totale, perché l’acqua può presentarsi in modo totalmente differente e spesso può nascondere qualche insidia a chi la tratta con troppa leggerezza.

Innanzi tutto perché vogare in mare piuttosto che su un lago o un fiume sono attività quasi completamente diverse, delle quali le differenze provengono proprio da genere di superficie o di correnti presenti, e poi per quelle che sono eventuali altre “presenze” di cui tenere conto, come scogli, massi, secche, altre imbarcazioni ed eventuali condizioni meteo pronte a cambiare tutto da un momento all’altro.

Ma naturalmente passare dal vogatore al canottaggio è un passo molto bello, perché permette di fare sport (o semplicemente di godersi “una scampagnata”) vivendo da vicino angoli di natura che l’acqua rende sempre estremamente belli.

Anche solo una giretto su un lago artificiale è capace di mettere il sorriso e di dare una sensazione di benessere pari a poche, questo perché l’acqua è l’elemento fondamentale alla vita, ed averla tutta attorno a sé fa davvero la differenza.

Vi consigliamo quindi di provare seguendo i pochi semplici suggerimenti qui di seguito, perfetti per permettervi di esordire in acqua in tutta sicurezza e passando dal vogatore al canottaggio con il massimo divertimento!

Scopri tutti i migliori prodotti !

N°1 – Iniziate nei laghi artificiali

Dal vogatore al canottaggioCome abbiamo detto l’acqua può presentarsi davvero in tutti i modi, ed in alcuni casi sa dimostrare una forza che solo pochi esperti sono in grado di gestire, vi suggeriamo quindi di esordire nel vostro passaggio dal vogatore al canottaggio andando in qualche tranquillo lago artificiale nel quale l’acqua sia sempre calma e magari nemmeno troppo profonda.

Vi ritroverete a vogare in tutta serenità e percependo una forte sensazione di sicurezza che vi aiuterà ad abituarvi molto velocemente al nuovo habitat, cioè la condizione perfetta per iniziare qualcosa di nuovo senza andare incontro a rischi che probabilmente non sapreste gestire.

Tanti laghi artificiali si trovano in location molto belle nelle quali è sempre possibile affittare l’imbarcazione più adatta, permettendovi davvero di fare le cose nel modo giusto e senza stress di sorta.

N°2 – Usate sempre la testa

Dal vogatore al canottaggioSarà una banalità ma la maggior parte degli incidenti accade per distrazione o per leggerezza, e questo vale tanto per gli atleti super esperti che azzardano proprio in nome della loro esperienza quanto per gli esordienti che si arrischiano in cose che davvero non sono per loro.

Il fine principale di questa attività è il divertimento, e non in acqua non c’è divertimento se vi mettete a rischio: non importa quanta adrenalina possano dare determinate attività, perché nel caso qualcosa andasse storto sarebbero guai davvero seri.

Siate sempre prudenti ed assennati, tanto più se in barca non sarete soli o se ci saranno altre imbarcazioni attorno a voi: l’acqua va trattata con rispetto e con coscienza, solo cosi potrete divertirvi sul serio in modo sicuro ed intelligente.

N°3 – Non cercate sempre “la prestazione”
Dal vogatore al canottaggio

Se anche siete abituati a vogare nel vostro salotto dando sempre il massimo dell’impegno e mettendoci ogni volta il cento per cento dell’energia, non è detto che dobbiate fare la stessa cosa quando vi troverete a passare dal vogatore al canottaggio.

O almeno non ogni volta che lo farete.

Dal punto di vista sportivo il bello dei vogatori è che permettono la condizione ottimale per allenarsi sempre al massimo delle proprie possibilità, sono fatti apposta per esprimere una performance ed è giusto utilizzarli di conseguenza, badando sempre alla qualità del proprio esercizio.

Per le barche non è sempre lo stesso, almeno non quando siete degli esordienti, e questo è così perché a differenza dei vogatori le barche o canoe che siano devono sempre relazionarsi con quelle che sono le condizioni dell’acqua e del meteo.

E’ possibile che un nostro momento particolarmente positivo in fatto di forma fisica non incontri delle altrettanto perfette condizioni ambientali per venire espresso nel modo giusto e questo deve portare al risparmiarsi per far sì che l’allenamento rimanga sempre nei limiti della sicurezza.

Un altro aspetto insidioso nel voler ambire alla performance a prescindere da tutto, che vale anche quando le condizioni ambientali sono favorevoli, è la presenza di altre imbarcazioni nell’area in cui ci troviamo a vogare: spingere al massimo in un posto in cui le altre persone stanno facendo delle tranquille “scampagnate” potrebbe essere pericoloso per voi stessi ed anche per tutti gli altri, nel momento in cui sapete di voler salire a bordo proprio per cercare la performance è di gran lunga meglio andare in strutture dedicate o in aree dove sapete di non mettere a repentaglio la sicurezza di nessuno.

E’ un aspetto che vi darà tanta tranquillità che trasformerete in ulteriori risorse per le vostre prestazioni.

Scopri tutti i migliori prodotti !

N°4 – Idratatevi

Dal vogatore al canottaggioSuonerà probabilmente buffo ricordarvi di portare sempre con voi una bottiglia d’acqua quando sarete completamente circondati proprio da acqua, ma al di là delle ironie è molto importante farlo, perché l’idratazione è sempre alla base di qualsiasi attività sportiva fatta nel modo giusto.

Sia che stiate uscendo per allenarvi dando tutto e andando incontro ad un sicuro spossamento, sia che state semplicemente andando a fare un giretto in mezzo alla natura ritrovandovi sotto il sole in mezzo ad uno specchio d’acqua, idratarvi sarà sempre  fondamentale se vi sta a cuore la vostra salute fisica.

Prendete quindi la sana abitudine di avere ogni volta con voi una bottiglia d’acqua o, perché no, degli integratori di sali minerali capaci di sostenervi ed accompagnarvi sempre nei vostri sforzi.

N°5 – Usate sempre i dispositivi di sicurezza

Dal vogatore al canottaggio

Ad ogni genere di imbarcazione è sempre abbinata una dotazione di sicurezza: che si tratti del giubbotto salvagente, di un cuscino gonfiabile, di un caschetto o di qualsiasi altro dispositivo, è davvero consigliabile non prenderli mai alla leggera ed essere bravi ad utilizzarli sempre e nel modo giusto.

Purtroppo qualche volta può accadere che la prudenza ed una condotta assennata non bastino ad evitare delle situazioni rischiose, che magari dipendono da altre persone o ancor più facilmente da condizioni ambientali avverse ed imprevedibili, è quindi importante affidarsi a tutti gli strumenti utili a darvi una mano quando serve.

 

Seguendo questi piccoli semplici consigli e mettendoci sempre la stessa grossa dose di divertimento, passione ed allegria, siamo sicuri che il vostro passaggio dal vogatore al canottaggio sarà tanto semplice quanto soddisfacente, dandovi modo di godere sin da subito sia di tutto il bello che vi circonderà che, naturalmente, dell’incredibile gioia nello scoprire quanto utile sia stato tutto quell’allenamento fatto con il vogatore di casa!

Si concludono così le nostre guide di Vogatore.info, il sito interamente dedicato alla scoperta dello sport da camera affrontato a bordo dei migliori vogatori che ci siano sul mercato.

Scopri tutti i migliori prodotti !